20160416_3_on michela vittoria brambilla e alla sua destra vice questore  di roma dr.ssa lucia muscari

COMBATTIMENTI TRA CANI, ON. BRAMBILLA: “GRAZIE ALLA POLIZIA, ORA PENE PIU’ SEVERE”

“Plauso e riconoscenza” sono stati espressi dall’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, alla Squadra mobile di Genova e a quella di Imperia, che hanno sgominato una banda dedita ai combattimenti tra cani: “Una delle più orribili e ripugnanti forme di maltrattamento nei confronti degli animali”, sottolinea l’ex ministro.
“L’operazione di Genova – aggiunge l’on. Brambilla – fornisce l’ennesima conferma della gravità e pervasività del fenomeno, un business da centinaia di milioni l’anno, che nelle regioni del sud è ormai da tempo in mano alla criminalità organizzata e che è ampiamente diffuso anche altrove perché considerato a basso rischio e ad elevato guadagno. Contro l’arroganza della zoomafia occorrono strumenti più incisivi. In particolare va reso effettivo il rischio di andare in galera, inasprendo le pene. A tale scopo ho depositato alla Camera una proposta di legge che tra l’altro prevede di punire non solo chi promuove, organizza o dirige combattimenti o competizioni non autorizzate tra animali che possono metterne in pericolo l’integrità fisica, ma, esplicitamente, anche chi vi partecipa a qualsiasi titolo. Di una simile crudeltà non si può essere impunemente volontari spettatori”.

Genova, 16 Aprile 2016


© MARCO MARIANELLA
13/02/2014
MONTECITORIO SALA ALDO MORO: CONVEGNO "AFFIDAMENTO TEMPORANEO ABUSO O TUTELA? "

COMBATTIMENTI CANI-CINGHIALI, BRAMBILLA: “BARBARIE DIFFICILE DA DESCRIVERE”

“Benché mi occupi da decenni di tutela degli animali, riesce ancora a stupirmi il comportamento di alcuni delinquenti, capaci di barbarie difficili anche da descrivere:  come le persone denunciate oggi dal Corpo forestale dello Stato nel corso di un’inchiesta di portata nazionale, coordinata dalla Procura di Urbino, arrivate al punto di organizzare combattimenti tra cinghiali e cani, filmando con macabra soddisfazione gli orribili spettacoli ed alimentando un business  di indicibile crudeltà, fondato sulla pura sofferenza”.

Lo ha detto oggi, commentando la notizia dell’inchiesta, l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. “Alla magistratura e al Corpo forestale – conclude l’ex ministro – vanno il plauso e la riconoscenza di tutti gli italiani che amano gli animali e sollecitano, per chi sarà riconosciuto colpevole, la punizione più severa prevista dalla legge”.

Urbino, 14 Novembre 2014