canenerone

LEIDAA CAPACCIO, FORZE DELL’ORDINE TROVINO CHI HA SEVIZIATO NERONE

Ancora un ennesimo atto di violenza perpetrato da bestie senza anima nè cuore ai danni di esseri indifesi.
Questa volta è toccata al più buono dei cani di quartiere, il nostro Nerone, conosciuto da tutti a Capaccio Capoluogo e seguito da tempo con amore dalla volontaria Teresa Di Fiore che lo accudisce tutti i giorni. Nerone era amico di tutti in paese, non ha mai dato fastidio a nessuno.
Eppure a qualche criminale Nerone non stava bene e lo ha seviziato in maniera brutale senza un minimo di ritegno, arrivando addirittura a tagliargli i testicoli.
In qualità di presidente Le.I.D.A.A. sezione di Capaccio non posso esimermi dal stigmatizzare questo vile gesto di violenza gratuita nei confronti di un nostro amico a 4 zampe. Non posso non gridare forte tutta la mia rabbia e dei miei soci, esortando le forze dell’ordine ad indagare e ad assicurare al più presto alla giustizia gli autori di questo efferato reato. Siamo infatti convinti che solo una giusta condanna possa porre fine a questa interminabile spirale di odio e violenza. A tal proposito, la Le.I.D.A.A. di Capaccio, unitamente alla referente della Le.I.D.A.A. – Campania, dott.ssa Stefania Greco, si dichiarano fin da ora disponibili a costituirsi parte civile nel procedimento penale.
Solo uniti e coesi potremo dare un segnale di civiltà a chi si è dimostrato disumano, dando così dimostrazione a tali bestie come sia possibile imparare dagli animali ad essere più umani.

Presidente Le.I.D.A.A. Michela Grandino. Vice presidente Angela De Caro.

(Foto di repertorio)