caccia

VENETO, SABATO LA MARCIA CONTRO LA CACCIA NELLE ZONE DEL MALTEMPO

Una marcia di quattro chilometri attraverso la foresta della Marcesina (Vicenza), uno dei luoghi simbolo – al confine tra Veneto e Trentino Alto Adige – della devastazione causata dall’uragano di fine ottobre. La organizzano, sabato 1 dicembre, le associazioni ambientaliste e animaliste Cpv, Ecoistituto Veneto, Enpa, Lac, Lav, Legambiente, Leidaa, Lipu, Lndc, Mountain Wilderness, Oipa, Wwf. Promossa un mese dopo quei tragici eventi che hanno causato lo sradicamento di 15 milioni di alberi e la morte di un numero incalcolabile di animali selvatici, con una grave crisi per quelli sopravvissuti, la manifestazione nazionale delle associazioni chiede alla Regione Veneto di fermare la caccia nelle province colpite dall’uragano e di bloccare il progetto di legge che apre ai ‘Suv’ i sentieri di montagna. “Una vera ‘strenna natalizia’, questa, per i cacciatori; una pericolosissima minaccia per gli ecosistemi di una delle regioni più belle e più fragili del Paese”, si legge in un comunicato a firma dell’Enpa.

Alle istituzioni regionali e nazionali le associazioni chiedono anche di “realizzare interventi e azioni concrete nella lotta ai cambiamenti climatici, le cui conseguenze – in Veneto ma non solo – sono sotto gli occhi di tutti. Con vittime, con danni inestimabili per il nostro patrimonio di biodiversità e con costi sociali elevatissimi”. La marcia delle associazioni ambientaliste e animaliste si tiene sabato 1 dicembre nella piana della Marcesina (al confine tra Veneto e Trentino Alto Adige) con ritrovo alle 12 al parcheggio del Centro Fondo Enego di Valmaron, in provincia di Vicenza.

chiabbandonauccide

PADOVA, LEIDAA: “SCENA DEL CRIMINE” CONTRO L’ABBANDONO

La sagoma a terra di un cane e un osso cerchiato da un gessetto come fosse un’indizio, con una rete di plastica attorno e la scritta “crime scene do not cross”. È questa la brillante idea che la presidente della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente di Vicenza, Marzia Danieli, ha organizzato nell’ambito dello Street Marketing Festival di Padova. Il messaggio è chiaro: “Chi abbandona uccide!”. “Con nostro grande piacere – scrivono gli organizzatori – abbiamo notato che questa efficace propaganda pubblicitaria contro l’abbandono è stata apprezzata soprattutto dai più piccoli e questo ci ha ricordato che la sensibilizzazione va sviluppata fin da subito per una civiltà rispettosa verso tutte le creature!”.

raccoltaleidaavicenza

LEIDAA VICENZA: SPEDIZIONE DI AIUTI PER I CANILI DEL SUD

La sezione di Vicenza della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, in collaborazione con l’associazione veronese “Una cuccia per la vita”, organizza una colletta di cibo e coperte da inviare ai canili del Sud Italia. “Già negli scorsi mesi – spiega la presidente di sezione Marzia Danieli – ci siamo organizzati per fare delle spedizioni. La prossima sarà ad aprile con un corriere che partirà alla volta di Avellino con pappe e coperte per i nostri amici a quattrozampe più sfortunati. Il primo del mese ci incontreremo con una volontaria di ‘Una cuccia per la vita’, Manuela Ferrarin che raccoglierà i nostri tre grossi scatoloni pieni di cibo, fra umido e sacchi di crocchette e tre pieni di coperte”. Aiuti che serviranno agli animali per superare il freddo degli ultimi mesi. “Abbiamo deciso di fare questa donazione a beneficio dei canili del Sud – spiega Danieli – perché ci siamo accorti che nei canili del Veneto la situazione è di gran lunga migliore. Qui ci sono già oggi molte più donazioni e ci è sembrato giusto indirizzare i nostri sforzi verso chi ha più bisogno. L’associazione e le realtà del Sud con cui collaboriamo sono del resto molto serie e ci danno la certezza che tutto arriva correttamente e in tempo a destinazione”.

casettevicenza

LEIDAA VICENZA INSTALLA CASETTE IN UNA COLONIA FELINA

Una colonia felina completamente rimodernata per accogliere nel migliore dei modi i mici ospitati. È questo il progetto che la sezione di Vicenza della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente ha completato gli scorsi giorni. “La colonia felina già riconosciuta dalla Asl si trova all’interno di una casa disabitata – spiega la presidente della sezione Leidaa Marzia Danieli –. Con il permesso del proprietario siamo entrati e abbiamo posizionato nel cortile delle casette di plastica con dei fori per l’aria chiuse da ogni lato per proteggere i mici dalle intemperie. In queste casette abbiamo anche posizionato coperte e cuscini in modo da salvaguardare i gatti dal freddo”. Un’operazione che andrà a beneficio di una dozzina di mici che, al momento, frequentano la colonia e che – grazie alla Leidaa e altri volontari – ricevono cibo ogni giorno. “Il nostro obiettivo – aggiunge Danieli – sarà ora quello di portare avanti una campagna di sterilizzazioni per evitare che i gatti aumentino di numero incrementando il fenomeno del randagismo”.

leidaa-thiene

LEIDAA VICENZA, MANIFESTAZIONE PER L’ACCESSO DEI CANI NEI PARCHI A THIENE

Una grande manifestazione animalista si è tenuta due giorni fa a Thiene, con 200 partecipanti che – insieme ai propri amici a quattro zampe – si sono riuniti per marciare fra le vie della città contro l’ordinanza del sindaco di centrosinistra, Giovan Battista Casarotto, che vieta l’accesso ai cani nella maggior parte dei parchi e delle aree pubbliche. Fra i partecipanti anche una delegazione della Lega Italiana Difesa animali e Ambiente, sezione di Vicenza. “Ci siamo ritrovati in piazza Ferrarin – ha detto la presidente della sezione Leidaa Marzia Danieli – e abbiamo passeggiato nelle vie della città con i nostri amici a quattro zampe. Tutti noi avevamo un cane o due ed eravamo muniti di bottiglietta d’acqua, sacchetti e paletta per dimostrare come la presenza dei cani non è certo motivo di sporcizia come sostiene il sindaco. Alcuni di noi avevano anche al collo cartelli simpatici e scherzosi perché pensiamo che non ci sia critica vera senza ironia”. Fra questi uno dei più carini quello di una signora con scritto “coi cani in tangenziale andiamo a comandare”, eco del noto tormentone estivo di Fabio Rovazzi.