Ombra

COSENZA, OMBRA RISCHIAVA DI MORIRE SUL BORDO DI UNA STRADA: L’ABBIAMO SALVATA E ORA VOGLIAMO TROVARLE UNA FAMIGLIA!

Il suo nome lo hanno scelto i volontari della sezione di Cosenza ripensando al giorno in cui l’hanno salvata: questa cagnolona era proprio un’ombra nella notte che si aggirava nei pressi di una strada trafficata, troppo spaventata dall’essere stata abbandonata per percepire il pericolo delle macchine che le sfrecciavano accanto ad alta velocità. Ora Ombra, cucciolotta di circa un anno e 12 kg, si trova al sicuro, ma per lei vogliamo trovare al più presto una famiglia che le doni tutto l’amore che merita. Per informazioni su questa adozione contattate: ☎ 347-9230875.

caneuccisocalabria

SINTOMI DA AVVELENAMENTO TRA I CANI DI SANTA MARIA DEL CEDRO (CS), LEIDAA DIFFIDA IL COMUNE

Avvelenata, sfuggita ai soccorritori, ha fatto perdere le sue tracce. Non si sa che fine abbia fatto la cagnolina ritrovata lunedì con evidenti sintomi da avvelenamento a Santa Maria del Cedro (Cosenza) da alcuni abitanti della zona. Dopo vari episodi simili, anche con esito letale, la sezione di Belvedere Marittimo della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, fondata e presieduta dall’on. Michela Vittoria Brambilla, ha deciso di diffidare il Sindaco e il responsabile del servizio di polizia municipale “a compiere gli atti del proprio ufficio o ad esporre le ragioni del ritardo entro il termine di 30 giorni”.

La cagnolina faceva parte di un gruppo di cani vaganti la cui presenza era stata formalmente segnalata al comandante e ad altri agenti della polizia locale dalla sezione LEIDAA il 23 luglio scorso, perché le autorità competenti intervenissero e prevenissero prevedibili tentativi di risolvere la situazione con le maniere spicce. Purtroppo nulla è stato fatto e puntualmente, nel volgere di pochi giorni, si sono manifestati ancora una volta i sintomi del veleno, dopo i numerosi episodi verificatisi negli ultimi mesi e documentati fotograficamente da cittadini e volontari.

A fronte di questi casi, e in particolare dell’ultimo letale, risalente al 9 luglio e verificatosi in località Marcellina, ricorda LEIDAA nella diffida, “non risulta che sia stata avviata o comunque portata a compimento la procedura prevista dalla vigente ordinanza del Ministero della Salute sulle esche avvelenate, per la tutela della salute pubblica, della salvaguardia e dell’incolumità delle persone e degli animali: tocca al Sindaco segnalare al veterinario gli episodi di sospetto avvelenamento di animali e disporre specifiche indagini in collaborazione con le autorità competenti.

(Foto di repertorio)

cagnolina_mara

LEIDAA COSENZA: MARA, LA CAGNOLINA PICCHIATA E IMPALLINATA

E’ una cagnolina. L’hanno chiamata Mara, un nome che ricorda il luogo dov’è stata ritrovata, capace solo di trascinarsi sulle zampe anteriori, la mattina del 30 ottobre: una strada nel centro di Marano Marchesato, provincia di Cosenza. L’ha soccorsa, a seguito di alcune segnalazioni, Gisella Grande, presidente della sezione cosentina di Leidaa, che ha attivato le procedure necessarie per l’ingresso al canile sanitario. Una volta stabilizzata, è stato accertato che Mara non poteva rimanere nel canile, di qui la decisione di ricoverarla in una clinica specialistica per le cure e gli approfondimenti necessari.

Gli esami evidenziano una triste realtà: la cagnolina, pelo beige, età stimata 8-10 anni, di taglia medio-piccola, non solo soffre di una vecchia lesione al sacro, probabilmente dovuta ad una bastonata o una sassata, ma ha in corpo una trentina di pallini da caccia, sparati circa una settimana fa, alcuni dei quali penetrati fino alla spina dorsale. Solo ulteriori accertamenti diranno se la piccola potrà ancora camminare.

“Di certo – avverte Gisella Grande – in questo caso ci vorrà un’adozione del cuore. Mara, allo stato, non riesce a camminare né ad urinare normalmente. Se riuscirà a riprendersi, avrà bisogno di un carrellino e di molte attenzioni. Qualche delinquente l’ha impallinata magari solo per divertirsi o per provare il fucile. Speriamo che sia possibile restituirle fiducia negli esseri umani”.

canecanile-640x427-640x427

CANILE METAURIA DI GIOIA TAURO, VALERI: “PROROGA AL TRASFERIMENTO E STALLI PER I QUATTROZAMPE GRAZIE ALL’IMPEGNO DI LEIDAA E MOVIMENTO ANIMALISTA”

Proroga di una settimana dello sgombero del canile “Metauria” di Gioia Tauro per consentire ai cani di trovare uno stallo, grazie ai volontari locali, ed essere adottati. È quanto è riuscita ad ottenere Cristina Valeri, vice-coordinatrice del Movimento Animalista Calabria. “Intendo ringraziare di cuore – ha detto Valeri – Daniela Richichi e Natale Lino Cangemi, consiglieri comunali della lista “SiamoGioia” e Ivano Marino, direttore della municipalizzata Catanzaro servizi, per aver portato a termine con serietà l’impegno preso. A seguito dello sgombero, infatti, i cani dovrebbero finire al canile di Sant’Ilario, struttura anch’essa non all’avanguardia dal punto di vista del benessere dei quattrozampe”. Molti dei cani hanno già trovato una sistemazione temporanea, obiettivo cui ha dato un forte contributo il network Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente-Movimento Animalista, che è riuscito a recuperare ben otto stalli. Uno a Cosenza, trovato dalla presidente Leidaa Gisella Grande, uno a Vivo Valentia grazie alla coordinatrice provinciale del Movimento Animalista Marina Betrò, uno a Roma, da Cristina Valeri, uno a Perugia, dalla vice coordinatrice regionale del Movimento Animalista Sabrina Dimitrio, uno in Veneto, dal coordinatore regionale Christian Badin e ben tre a Monza, trovati dalla presidente locale di Leidaa Barbara Zizza. “Ringrazio tutti loro – conclude Valeri – per l’enorme impegno che consentirà a tanti quattrozampe di vivere in condizioni dignitose finché non troveranno una bella famiglia disposta ad adottarli”.

tony

LEIDAA COSENZA, AIUTIAMO TONY A TROVARE UNA CASA

Tony è stato salvato oltre 2 mesi fa, con una brutta broncopolmonite. Ora ha bisogno di una casa, visto che tenerlo in pensione non aiuta le sue condizioni di salute. Doniamogli una vera e propria bella adozione del cuore. Lui è molto dolce e tenero e desidera enormemente l’affetto delle persone. Per info contattate la presidente della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente di Cosenza, Gisella Grande al 339/8172602

sacha e giphys2

LEIDAA COSENZA: ADOTTATE QUESTI DUE MERAVIGLIOSI CUCCIOLONI

Una coppia che si vuole bene “Amici per la pelle” Sacha simil Labrador & Gipys simil Maremmano” una casa con giardino per loro, sono cani meravigliosi per bontà, esuberanza, equilibrio. Giovani, hanno meno di 2 anni, vi riempiranno la vita di tante emozioni e profonda amicizia, vi saranno riconoscenti per sempre. Adottate queste meravigliose creature. Per info e adozioni contattate la LEIDAA Cosenza al numero 339/8172602.

sissicosenza

LEIDAA COSENZA: AIUTIAMO LA DOLCE SISSI A TROVARE UNA CASA

La dolce Sissy aveva delle brutte ferite sul corpo che facevano temere il peggio ma grazie alle cure amorevoli della Leidaa Cosenza è guarita del tutto ed è ora in cerca di una bella adozione. Sissy è dolcissima e affettuosa, cerca il calore e il contatto umani. I volontari sono preoccupati che, se non troverà adozione al più presto, diventi sempre più triste e malinconica. Aiutiamola a trovare una famiglia che la ami. Si trova a Cosenza ma può viaggiare per una buona adozione. È negativa alla leishmania ed ehrichia e sarà presto sterilizzata. Per info: 3398172602 (Gisella Grande)

johnny

LEIDAA COSENZA: AIUTIAMO IL DOLCE JOHNNY A TROVARE CASA

Ti guarda con quegli occhioni dolci e amorevoli e non ti chiede altro che trovare una casa dove ricevere quell’affetto che ogni cucciolo meriterebbe. Aiutiamo Johnny a trovare casa. Per info e adozioni Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente – sezione di Cosenza: 3398172602 (Gisella Grande)

img_4103

CERISANO: DA LEIDAA COSENZA, CON IL “CONCERTO DEL CUORE”, FONDI PER GLI ANIMALI IN DIFFICOLTÀ

Il Cosentino è una terra di grande generosità, che non si rassegna alla violenza contro gli animali, ed è pronta a mobilitarsi, con grande entusiasmo, per soccorrerli. Lo dimostra la partecipazione al “Concerto del Cuore” organizzato sabato scorso, al Palazzo Sersale di Cerisano, dalla Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente di Cosenza. Oltre cento persone hanno potuto apprezzare musiche di Bach, Mozart e Beethoven, eseguite da giovani strumentisti, e contribuire con una donazione di dieci euro ad iniziative in difesa degli animali.

“Operiamo in un territorio difficile – ha detto Gisella Grande, presidente di Leidaa Cosenza – in cui è nostra priorità non solo difendere gli amici a quattro zampe dalle minacce concrete dell’abbandono e del randagismo ma anche contribuire a promuovere una nuova coscienza collettiva che comprenda, anzi, metta al centro il rispetto per l’ambiente e gli animali. Chi ha la fortuna di vivere con un compagno a quattro zampe conosce bene, infatti, il posto che occupa nella sua famiglia e nel suo cuore”. La presidente ha anche ringraziato il sindaco di Cerisano, Lucio Di Gioia, e il vicesindaco, Francesco Santelli, che oltre a concedere il patrocinio dell’amministrazione comunale, sono intervenuti di persona alla serata. Un sostegno importante che – ha ricordato Grande – assume particolare rilievo in una terra in cui la diffusione endemica del randagismo richiede il massimo impegno delle istituzioni”. Maria Silvia D’Alessandro, coordinatrice dell’ufficio legale della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, ha portato il saluto della presidente nazionale Michela Vittoria Brambilla e ha elogiato la sezione, nata lo scorso maggio, per l’impegno profuso in difesa degli animali.

(Da sinistra Lucio Di Gioia, Gisella Grande, Maria Silvia D’Alessandro e Francesco Santelli)